[Iniziativa] Aiuta l’Open Source: No alla pirateria software

Ci sono molti motivi per cui l’Open Source ed il software libero in generale non sono molto conosciuti tra la gente comune, ossia quelle persone non appassionate all’informatica e che vedono un computer come un mezzo di svago o di semplice produttività, come possono essere ricerche scolastiche e documenti per l’ufficio. Questo fatto spesso è dovuto (soprattutto nel nostro Paese) al fenomeno della pirateria software.
Molte persone, addirittura, non sono neanche a conoscenza dei diritti d’autore, del copyright e della stessa pirateria; non conoscono la differenza tra software pirata e software originale.

> La pirateria software è un reato
Un software pirata è un programma con le stesse caratteristiche del software originale, ma privo di licenza commerciale alla vendita o all’uso. La produzione, la vendita ed anche lo scambio tra amici e/o parenti di software pirata è illegale.
Prima di installare un programma, dunque, assicuratevi che sia originale, e di essere in possesso della licenza.

> Il software pirata nuoce al software libero
Il software libero ha come caratteristica quello di poter essere modificato e copiato liberamente. Alle persone che fanno uso di software pirata questo non interessa, perchè possono avere un prodotto con qualità simili copiandolo illegalmente. E’ probabile però che, nel momento in cui queste persone vengono a conoscenza che quello che stanno compiendo è reato, gran parte di loro considererebbe l’alternativa Open Source.

> Come aiutare l’Open Source con una campagna anti-pirateria software
Molti utenti utilizzano quotidianamente software pirata, dal sistema operativo ai programmi di scrittura, passando per i videogames e programmi vari; il problema è che molti lo fanno inconsapevolmente.
Ma allora, come tentare di mettere fine alla pirateria?
La risposta è semplice, ed è la stessa della domanda “Come diffondere il software libero?”: con la conoscenza. Noi della blogsfera, e soprattutto noi autori di blog trattanti l’argomento Open Source, abbiamo il dovere di promuovere la conoscenza, affinchè tutti gli utenti possano prendere le proprie decisioni consapevolmente.
Un modo per farlo è pubblicizzare questo articolo.

> Come diffondere questo messaggio
Semplicemente potete copiarlo sul vostro blog, oppure linkare direttamente a queste pagine. Puoi inoltre inserire il banner (rilasciato sotto licenza CC BY SA NC, la stessa licenza per questo articolo, ed offerto da Lazza).

No alla pirateria

Ecco il codice per inserirlo nel tuo sito:

Il file .xcf è scaricabile a questo indirizzo.

About these ads

41 Risposte

  1. Uno bravo in grafica? Eccomi! :cool:
    Comunque, ottimo articolo… MI fanno venire i nervi certi che dicono di essere a favore del software Open e piratano piratano piratano… :-|

  2. @ Lazza: forse non ci crederai, ma la prima persona-pinguino a cui pensavo sei stato tu! :D .
    Mettiti a lavoro :) .

  3. Sinceramente ho cominciato ad avvicinarmi all’open source con GIMP perché non volevo piratare Photoshop. Da allora è stata una scalata impervia, ma sono arrivato in poco tempo a Linux ed alla meravigliosa offerta di programmi open. Ho imparato anche le gioie di pagare qualcosa che valga sul serio la pena (ho comprato i driver per stampanti “Turboprint”), ma quando si tratta di potenti multinazionali, lo ammetto, qualcosina lo pirato. Fermo restando che sono d’accordo con te: la pirateria uccide il software libero.

  4. Appoggio in pieno l’iniziativa. Fa piacere parlare di pirateria in ambito blog, anche perché non tutti sanno che esiste il software open source e credono che quando un programma è gratuito sia anche sinonimo di scarse qualità. Dobbiamo sfatare questo tabù: il software open può essere superiore all’equivalente a pagamento; se ci abituiamo un po tutti ad usare gli strumenti gratuiti, forse – e dico forse – la pirateria potrebbe calare sensibilmente. Questo è quello che si augurano coloro che usano l’open source nel loro quotidiano.

  5. attendo il bannerino da inserire :)

  6. […] 24th, 2007 Sono d’accordo: la pirateria è contro il free software. Posted by ubuntista Filed in Free […]

  7. Appena aggiunto al mio blog! :-)

  8. secondo me bisognerebbe differenziare chi pirata software o chi pirata opere multimediali film e musica (e quasi quasi ci metterei anche i videogiochi)..non sono un esperto “teologo”:D in materia ma credo che ci siano delle differenze. Può sembrare un discorso “di convenienza” ma non lo vuole essere.
    Non voglio dire che sia una cosa giusta piratare un film…ma per esempio non danneggi il software libero.

  9. @ monossido, è sbagliato in entrambi i casi.

  10. si ancora non mi sono rincoglionito quindi sono d’accordo che sia sbagliato in entrambi i casi. Ma la vedo come una cosa meno grave…se io leggo “no alla pirateria” penso che questo sia un affiliato della SIAE…non un sostenitore del free software.

    Il punto è che alternative al piratare software ce ne abbiamo e migliori anche!
    Alternative ad una canzone o un film (e in parte anche ad un gioco) non ce ne possono essere perchè ognuno è unico.

  11. @monossido, dietro al banner ho messo il logo dell’open source, ergo… :-D
    E poi l’alternativa al piratare un film c’è! Te lo compri. ;-)

  12. non avevo colto il logo di sfondo sorry ;)

    cmq ho scritto alternative ad una canzone…non a piratare una canzone…ma credo sia chiaro al dilà della battuta…perchè anche il software posso comprarmelo…

  13. […] un paio di articoli che mi hanno fatto riflettere. Questa volta mi schiero contro Ubuntista ed Illusionblog, e di seguito vi spiego le mie […]

  14. Piratare film, musica, libri è giusto e spiego perché: se vado al cinema o acquisto/noleggio un film sono costretto a farlo a scatola chiusa; se anche il film mi ha fatto schifo ormai ho pagato e non posso lamentarmi con nessuno. Stesso discorso per un cd musicale o un libro. Inoltre il costo impedisce a molte persone di vedere un film al cinema (7€ o più a testa ormai è la norma), ascoltare musica (20-30€ per un CD!) o leggere certi libri. Questa è una inaccettabile barriera culturale, che vale anche per i musei e il teatro. Io sostengo l’offerta libera DOPO la fruizione. Se questo vuol dire meno film e meno musica meglio così, visto che i 3/4 della produzione sono spazzatura.
    Completamente d’accordo invece per quanto riguarda il software pirata: è dannoso per il free-software. Ma in certi (rari) casi non c’è alternativa e allora, SOLO IN QUEI CASI, giustifico appieno la pirateria.

  15. […] 25 09 2007 Grazie ad ubuntista.it sono venuto a conoscenza di questo post (la pirateria è contro il free software), con il quale mi trovo perfettamente […]

  16. […] prima di tutto negli Stati Uniti e poi nel resto del mondo. Sono contrario a quanto scritto su illusionblog e linkato da ubuntista perchè non ha senso sparare frasi come ” Prima di installare un […]

  17. […] Il tutto nasce con un intervento di iLLusion. Confesso di non aver mai letto il suo blog, ma credo che finirà presto nella lista di blog che […]

  18. […] l’iniziativa “Aiuta l’Open Source: No alla pirateria software“  con un piccolo […]

  19. gradirei un commento a quanto ho scritto..dato che secondo me questa “campagna ha molti punti deboli”

    http://emilator.wordpress.com/2007/09/25/sulla-pirateria-e-il-software-libero/

  20. @ Gasolino, sì certo come no. Spero che qualcuno ti denunci ai Carabinieri…
    Se non sei d’accordo non puoi comunque violare una legge. Se ci tieni tanto, raccogli delle firme, fai un progetto di legge e mandalo al parlamento.

  21. in blogger ho dovuto aggiustare gli apici doppi, ma alla fine l’ho inserita! :D

  22. @ tutti: bravi! :) .

  23. il tuo discorso sulla pirateria non fa una piega però.. diciamolo.. è un po’ ipocrita (non da parte di tutti ma almeno di un buon 90%)
    1 – ormai la gente che non si accorge di commettere un reato si conta sulle dita e cmq non è scusabile.. è addirittura sottointeso che copiare software\documenti sotto copyright o licenza sia ad oggi reato.
    2 – alzi la mano (tanto nessuno vi vede) chi non si guarda qualche video su youtube coperto da copyright, qualche pornazzo, alzi la mano chi non usa un po’ di grafica senza copyleft, chi non si affida __mai__ alla pirateria.

  24. Aggiunto blogroll…

  25. aggiunto il banner sul mio blog :)

  26. purtroppo il banner non si vede, mi da problemi

  27. […] No alla pirateria software: un ottimo contributo offerto da Open Source Living Open Source Living è un sito che raccoglie tutti i migliori software rigorosamente free e open source. […]

  28. […] Aiuta l’open source: no alla pirateria software Pubblicato il 4 Gennaio 2008 di rvinside Vi segnalo (anche se in ritardo ) questa importantissima iniziativa presa da: http://illusionblog.wordpress.com/2007/09/20/iniziativa-aiuta-lopen-source-no-alla-pirateria-softwar… […]

  29. VE L’APPOGGIO!!! Anche io sono dell’idea che se si stroncasse dalla radice la pirateria di software, nessuno si sognerebbe di spendere millemila euro in prodotti proprietari!!! Vediamo un esempio: se photoshop, ad esempio, tutti fossere davvero costretti a comprarlo originale, secondo voi non ci sarebbe una bellissima migrazione di massa al nostro vecchio e caro gimp??? Oppure, se ci fossero seri controlli su winzozz, e la vita di chi lo ha contraffatto fosse di fatto resa impossibile (e qui aggiungo “se solo non fosse obbligatorio acquistare un pc con dentro quella merda…”) probabilmente noi linuxiani saremmo sia molti di più, e sia maggiormente appoggiati a livello di software, poichè grandi aziende (come è capitato per l’approccio proprietario nell’hardware, oggi del tutto inesistente e solo ed esclusivamente commercializzato quello approvato dall’ISO) incentiverebbero finanziariamente lo sviluppo del prodotto aperto! MORTE AL SOFTWARE PROPRIETARIO! Non voglio nemmeno quello freeware! VOGLIO SOFTWARE LIBEROOOOOO

  30. ….E AGGIUNGO:

    GNU! GNU!! GNUUUUU!!! XD

  31. Mastru essendo “colleghi” (che brutta parola) universitari sai benissimo che la penso come te! :D

  32. Io sono uno dei pochi favorevoli all’introduzione del chip freeze nei pc montanti windows…allora si che si sarebbe dato un brutto colpo alla pirateria software e ad una svolta favorevole verso il mondo del software libero.
    Purtroppo Microzoz ha capito cosa sarebbe successo dato l’inarrestabile crescita dell’open source e delle forti sanzioni alle quali è stata soggetta per i suoi impicci,sopratutto in Europa. Non si è mai fatto tanto per bloccare la pirateria da parte di Microzoz dato che tale situazione gli è molto favorevole,in quanto le aziende e le amministrazioni sono costrette a comprare il software originale.

    Fortunatamente il mondo cambia e il declino della microzoz sarà inevitabile

  33. […] Il tutto nasce con un intervento di iLLusion. Confesso di non aver mai letto il suo blog, ma credo che finirà presto nella lista di blog che […]

  34. bah, quanti moralisti. Ognuno fa quello che vuole. Io ero un fan dell’originale parecchi anni orsono. Ora non compro nulla da 7 anni…open source, freeware o pirateria senza remore. Non me ne vanto e non me ne vergogno,ma ho preso troppe fregature,delusioni e spese folli con gli originali. E poi,come giustamente evidenzia qualcuno, film,musica,libri non hanno alternative free e non li voglio certo comprare,specie di questi tempi. Tutto ciò che è digitale e si digitalizza si può condividere…bisogna farsenen una ragione. Si, condivisione di ciò che serve ed interessa realmente e non download di massa selvaggio ed inutile come certi ragazzini che scambiano 200Gb di musica.

  35. Thank you a bunch for sharing this with all of us you actually
    recognise what you are talking approximately! Bookmarked.
    Kindly additionally seek advice from my site =). We can have a hyperlink
    exchange contract between us

  36. This design is steller! You definitely know how to keep a
    reader amused. Between your wit and your videos, I was almost moved to start my own blog (well, almost.

    ..HaHa!) Fantastic job. I really enjoyed what you had to say,
    and more than that, how you presented it. Too cool!

  37. It is appropriate time to make some plans for the longer term
    and it’s time to be happy. I’ve read this put up and if I may I wish
    to counsel you some attention-grabbing issues or suggestions.
    Perhaps you could write next articles referring to this article.
    I want to read more things approximately it!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: