Ubuntu Studio, ottimi pacchetti, ma come distro…

Il 10 Maggio è uscita la tanto attesa Ubuntu Studio, la distro completamente dedicata agli artisti, che praticano la propria passione anche attraverso l’uso del PC.
Tra i tanti ad attenderla c’ero anche io, che dalla prima volta che vidi l’home page di Ubuntu Studio ne rimasi rapito dall’accattivante grafica (che è diversa da quell’attuale, o meglio, il tema è quello, ma non è più così accattivante…). E per la serie “l’abito non fa il monaco”…

Avviata la prima volta, vista la schermata di login ho detto “questa e’ la distribuzione che fa per me”. Tante luci e colori su uno sfondo nero, in piu’ una musica all’avvio che fa davvero effetto in un contesto simile. A pensarci, questa distro sembra fatta proprio per gli utenti come, con una enorme passione per la musica, e quindi l’audio editing, e che si divertono a fare schizzi di grafica 2D e qualche video amatoriale.
Finita la musichetta di cui sopra, le cose iniziano a cambiare. La grafica è comunque accattivante, ma sono costretto a mettere gli occhiali che uso per stare davanti al PC. Il tema è troppo, troppo scuro, e il testo a volte (specialmente con alcune applicazioni), risulta quasi illegibile. Ma va bene, il tema si può cambiare successivamente… :) .
Applicazioni —> Audio & Video —> =O ! Il menu addirittura si fa scorrevole a causa della grande quantità di programmi messi a disposizione. Dapprima è stata per me una piacevole sorpresa, pensando di aver trovato tanti programmi dedicati alla mia passione con cui divertirmi per tutto il mio tempo libero; successivamente, aprendolo uno ad uno, e leggendo la descrizione al passaggio del mouse, mi accorgo che sono in gran parte “doppioni”, programmi con più o meno funzionalità simile, mentre altri sono semplicemente inutili. Naturalmente ci sono le eccezioni che fanno la regola, vedi Ardour 2, Wired, Hydrogen e qualcun altro.
Ma la soluzione per una distro funzionale e comunque volta alla multimedialità, c’è.
Qual’è? Utilizzare i suoi preziosissimi repository su una semplice Feisty e installare i pacchetti a cui si è interessati.
Per prelevare i repository basta leggere la pagina di download del sito, quindi:

sudo su -c 'echo deb http://archive.ubuntustudio.org/ubuntustudio feisty main >> /etc/apt/sources.list'
wget -q http://archive.ubuntustudio.org/ubuntustudio.gpg -O- | sudo apt-key add - && sudo apt-get update

ossia prelevare i repo e autenticarli. In ogni caso, buona Ubuntu Studio a tutti :D .

6 Risposte

  1. L’idea della Canonical non è malvagia, ma non mi sembra il massimo come distribuzione, preferisco Ubuntu standard con il software di cui ho bisogno per la musica, senza doppioni o altri programmi che non uso. Magari per coloro che hanno spesso una connesione a pagamento o 56k potrebbe essere una distro utile =) ciauz

  2. Io ho potuto vedere “all’opera” la Ubuntu Studio a casa di un amico e devo dire che mi ritrovo d’accordo con l’autore dell’articolo. Ottimo inizio, ottimo abito, ma poi alla fine è solo una Ubuntu mascherata di nero. Avrebbero dovuto chiamarla “la Maschera di Zorro”.
    Io uso la Kubuntu, perchè preferisco KDE (sarà che sono rimasto assuefatto a windows), e con l’aggiunta dei repo della UbuntuStudio, alla fine non ho niente di meno, niente di più di chi ha installato quest’ultima.
    E’ comunque un’ottima versione.
    Qualcuno può lamentarsi di Ubuntu/Kubuntu? E allora nemmeno di UbuntuStudio!
    Ciao a tutti.

  3. @ salistrari: giusto, magari con i repo scegliamo noi che programmi installare, e non abbiamo una miriade di programmi con funzioni simili o inutili :D .

  4. @netblade: solo una precisazione, ubuntustudio non è un’idea di canonical né è da loro supportata ufficialmente.

  5. @ Fabrizio Balliano: giusto, stavo per scriverlo io, ma allora su cosa ha i copyright Canonical? Guarda in fondo al sito di Ubuntu Studio.

  6. Il nome “Ubuntu” è copyright di Canonical [1] . Per tornare IT: sì, meglio una Ubuntu con i repo dei pacchetti.

    [1] http://www.ubuntu.com/aboutus/trademarkpolicy

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: