hd[…], questi sconosciuti

Mi è capitato di leggere in giro per forum e blog alcune frasi che lasciano perplessi. Sono frasi dettate dall’ignoranza, nel senso proprio del termine, ossia di non conoscenza, in questo caso, di come e’ strutturato Linux. In particolare in questo articolo vorrei trattare di come Linux gestisce gli hard drive, i dischi rigidi.
Le frasi a cui mi riferivo sono del tipo “ma non era meglio fare come su Windows che gli hard disk si chamano C: , :D, eccetera?”. Questo e’ dovuto al fatto che spesso non si pensa sulle cose.
Grazie al modo di gestire gli hard disk possiamo sapere qualsiasi cosa vogliamo sull’hard disk (o la parte, o meglio, partizione di esso) che stiamo esaminando. Prendiamo per esempio un “hdb1“. Cosa significa? Significa che stiamo prendendo in esame il secondo hard disk (b) e la prima partizione di esso (1). Mentre con Windows, a primo impatto, avremmo solo trovato una lettera insignificante e fine a se stessa, con Linux abbiamo focalizzato perfettamente quale dispositivo stiamo analizzando, e addirittura ne siamo in grado di prevedere il contenuto. Mettiamo per esempio che siamo a conoscenza di aver installato Ubuntu su hda1 (che per il ragionamento di prima e’ il primo hard disk e la prima partizione di questo); sappiamo quindi, dal solo nome, cosa contiene l’hard disk, cosa che con il sistema che usa Windows non e’ possibile.
Quindi direi che no, non e’ meglio fare come fa Windows, come disse qualcuno :D .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: