iPhone sotto giudizio del Congresso

iPhone è oggi sotto giudizio del Congresso. Per acquistare l’iPhone è necessario infatti sottoscrivere 2 anni di contratto con AT&T, e, giustamente, il Congresso sta valutando se è giusto che l’utente debba essere costretto a scegliere questo contratto piuttosto che un altro, magari più conveniente.
Ci sono anche altre punti su cui si discuterà, come la proposta avanzata da Reed Hundt, ex presidente della FCC (Federal Communications Commission), che vorrebbe una rete nazionale aperta dedicata ai dati più veloce della EDGE offerta da AT&T.

[via: The Inquirer IT]

2 Risposte

  1. Questa notizia mi fa sorridere…. ma come, sono 20 anni che siamo costretti a comprare Windows perchè su ogni computer è già preinstallato e adesso processiamo la Apple ?
    Per i portatili abbiamo pochissimo meno del 100%, nei desktop cosiddetti “mi marca” siamo a più dell’80%…. per non parlare poi delle inutili e inesistenti procedure per il rimborso.
    Allora, propongo, prima sistemiamo le pendenze: che sia realmente possibile farsi rimborsare da Micro$oft la tassa sul sistema operativo o sia opzionale nell’acquisto dell’hardware, poi possiamo anche fare giustizia contro l’iPhone.

  2. @ Andrea: ottima osservazione; solo che non so se negli U.S.A. funzioni come da noi, che non ci rimborsano il denaro per la licenza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: