Firefox porterà l’OpenSource in ogni casa…

…ne sono sempre più convinto. Se pensate agli ottimi risultati ottenuti in meno di 3 anni dal rilascio della versione 1.0 (9 novembre 2004) capirete che il panda rosso a breve avvolgerà davvero buona parte del globo. A meno di un mese dal rilascio, Firefox contava già 12 milioni di copie scaricate da tutto il mondo, per non parlare dei 2 milioni di download in 24 ore al rilascio di Firefox 2. Internet Explorer (il browser più diffuso, per il momento) sarà ancora il browser più diffuso negli U.S.A., ma guardate invece in Europa come è la situazione:


Immagine da Spread Firefox.

La Slovenia si avvicina velocemente al traguardo del 50% degli utilizzatori. Questo lascia intendere che probabilmente chi ancora non usa Firefox in quel paese è perchè si è trovato installato Internet Explorer insieme a Windows di default, e non ha particolari esigenze che lo spingano a cambiare browser. Ma ci sono molti altri paesi vicini alla soglia del 50% . A cosa è dovuto a questo? Alla forza dell’open source in tutti i sensi. Non solo dal punto di vista tecnico, che ci suggerisce che un programma svilluppato e testato da milioni di utenti possa essere migliore, ma anche dal punto di vista umano: sono moltissimi i siti e le persone che sponsorizzano in tutti i modi Firefox e cercano di proporre agli altri un prodotto alternativo.
Penso che la diffusione di Firefox sia un ottimo mezzo pubblicitario per il FOSS; quale pubblicità migliore per un azienda se non un prodotto di qualità?
In conclusione, Firefox è l’esempio da seguire per tutti gli altri progetti open source. Ora, a voi la scelta:

Foxkeh banners for Firefox 2

8 Risposte

  1. quello che mi lascia perplesso e’ COME queste percentuali vengono calcolate… come fanno, vanno casa per casa a fare un’analisi approfondita? Non credo… Le statistiche eseguite dai siti web cui navigatori che visitano il sito sono molto variegate in base alla natura del sito stesso.
    In poche parole, percentuali “nude e crude” hanno poco sennso se non si conosce il metodo che le ha generate.

  2. @ r00t, vabbé è indicativo.
    @ iLLusion, l’importante è che la gente sappia che sta usando roba aperta…

  3. @ r00: quoto Lazza, e comunque era per dare un’idea nell’articolo.
    @ Lazza: certo, ed è per questo la frase finale “…quale pubblicità migliore per un azienda se non un prodotto di qualità?” . Una volta che hanno utilizzato il “prodotto” bisogna fargli capire che è frutto dell’open source, e che ci sono centinaia di altri “prodotti” che meritano quanto Firefox.

  4. @rOO
    Sul sito http://www.xitimonitor.com sono pubblicate, oltre alle statistiche, le metodologie che vengono usate per farle.

    E’ interessante notare come tra le versioni più recenti, FF2 e IE7, Firefox sia addirittura in vantaggio:
    http://www.xitimonitor.com/en-us/browsers-barometer/ie7-and-firefox-2-july-2007/index-1-2-3-103.html
    Secondo me però le vere teste di ponte per l’open source saranno OpenOffice e il formato ODF.

  5. Bella riflessione, e quoto anche Lazza. Inoltre bisogna considerare che sempre più utenti (me compreso) iniziano usando Firefox. Lo trovano bello, potente e gratuito; installare Thunderbird è un passo quasi naturale, fatta eccezione per chi usa Outlook (non Outlook Express) con Exchange. Poi viene la volta di OpenOffice.org e Gimp: ormai è chiaro all’utente che il software libero ha una marcia in più, che dietro c’è tutta una filosofia a base di libertà, e che Office è un prodotto terribilmente costoso per quel che offre, e che Photoshop lo è ancora di più, ed è meglio lasciarlo ai professionisti, visto che lo si sfrutterebbe all’1% (se li avete pirata, siete dei criminali, ed installare un prodotto libero vi farà star meglio con la coscienza). Infine si arriva a GNU/Linux, ovviamente. E senza troppa fatica, visto che si ritrovano praticamente gli stessi strumenti. Windows lo si lascia lì, sull’altra partizione. Io è dal giorno in cui installai Ubuntu Edgy (fresca fresca di uscita) che non lo avvio più. :D

  6. Panda rosso? :| non era una volpe? :)

    Firefox lo uso dalle prime versioni e non son più voluto tornare a IE. Trovo la volpe più semplice e intuitiva se non più comoda da usare.

  7. @ BiGBuG: lunga storia :) . In inglese il panda rosso viene chiamato firefox.

  8. @ iLLusion: ho letto la storia di Firefox e ora ho capito :)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: