Primi standard per mobile Linux

L’organizzazione Linux Phone Standards (LiPS) si propone di creare uno standard per sistemi Linux mobile ed opporsi, quindi, allo standard che Google ha dichiarato di voler progettare qualche settimana dopo il rilascio di Android.
L’idea di voler creare uno standard per questi sistemi è sicuramente interessante e molto vantaggiosa; per i più esperti ecco i due modelli (ad hoc e standardizzato):

lips_adhoc_diag-sm.jpg lips_open_standard_dig.jpg
Source: LiPS. Cliccare sulle immagini per ingrandirle.

Uno dei vantaggi – che dal mio modesto punto di vista è tra i più importanti – è la possibilità di poter utilizzare su altri cellulari un’applicazione acquistata.
Inoltre Bill Weinberg (LiPS Executive Director) dichiara che tra le prime compagnie intenzionate alla promozione di questo standard ci sono France Telecom, British Telecom e Telecom Italia; un progetto che ci riguarda da vicino, quindi.

Se avete altre informazioni non esitate a scriverle :) .

[via: LinuxDevices.com]

Annunci

Mandriva Flash 2008

E’ disponibile nello store online Mandriva Flash 2008 al prezzo di 79€.

Si tratta di una pendrive sulla quale è installata Mandriva Linux 2008. Oltre al sistema operativo sono presenti i software essenziali per ogni utente: MozillaFirefox, Thunderbird, OpenOffice.org, Java, FlashPlayer, RealPlayer, Skype.

Inoltre, grazie al software ezBoot il sistema operativo dovrebbe partire all’avvio senza apportare modifiche al bios.

Se la distro fosse stata Ubuntu ne avrei subito comprata una per Natale; con Mandriva, invece, non ho troppa esperienza… magari ci faccio un pensierino per l’Epifania! :D

Laptops costosi: bene Linux, male Vista

Quest’anno c’è stato un grande successo per i laptop – ed in generale, per i PC – a basso costa. Il problema che tutta via è sorto è che mentre grazie a sistemi GNU/Linux spesso le aziende e i privati riescono a mantenere elevate prestazioni a prezzi ragionevoli, potendo risparmiare sul costo del sistema operativo e dare maggior rilievo alla componente hardware.
Se però il sistema operativo si chiama Vista, come potrete ben capire, il discorso cambia.
Questo è quanto si evince da questo articolo di eWeek.
Considerando che alcune aziende, come l’HP, si stanno ormai chiaramente concentrando moltissimo nell’ambiente portatile rispetto ad altro hardware, penso che la situazione sia da prendere al volo ed invitare altre aziende a seguire DELL nella distribuzione di notebook con sistema GNU/Linux preinstallato.
Speriamo quindi nella diffusione di altri articoli come Dell inizia oggi a vendere PC con Ubuntu 7.04, e che si muova qualcosa anche per i PC fissi.

La risposta della GNOME Foundation sull’OOXML

Ricorderete la vicenda (ancora non conclusa) riguardo il formato Microsoft OOXML e la prima bocciatura di questo da parte dell’ISO (cfr. Arrivano le votazioni: OOXML non è ISO, per ora) .
La posizione di GNOME riguardo la vicenda ha sempre destato sospetti, soprattutto dopo le parole di de Icaza, che definiva l’OOXML a superb standard.
Il tutto nasce da una richiesta di Jody Goldberg alla fondazione di poter continuare a lavorare sul ECMA TC45-M; in parole spicciole è solo una pretesa per destare sospetti su GNOME, dato che nella fondazione di quest’ultima si stava sviluppando un software che supportava anche il formato Microsoft: di conseguenza, la Foundation era stata accusata di agevolare in questo modo l’approvazione del formato da parte dell’ISO.

A questo indirizzo è disponibile l’annuncio.

[via: Linux.com]

Primo wallpaper ufficialeOxygen

E’ apparso sul blog Nuno Pinheiro, è blu, è semplice e sobrio: è il primo wallpaper ufficiale presentato per Oxygen:

 

Nell’articolo sono presenti i link per scaricarlo nelle varie dimensioni.

Niente driver 2D per RadeonHD stabili per quest’anno

Il team di Novell che si sta occupando dello sviluppo dei driver a partire dalle specifiche GPU rilasciate da AMD (cfr. Specifiche GPU per chip RV630 e M56 disponibili su Internet ) ha affermato di essere indietro con i lavori e il rilascio per la versione stabile dei driver per le RadeonHD slitterà al 2008.

Il team tuttavia si è comportato abbastanza bene finora, ed infatti il ritardo sembra essere dovuto piuttosto a rallentamenti in casa AMD (non chiedetemi di che tipo).

L’importante – e confermo quanto già detto in altre occasioni – è che abbiamo le specifiche e, di conseguenza, siano state spronate altre aziende a rilasciarle.

[via: Phoronix]

Driver Linux per standard ESA per NVIDIA

NVIDIA ha presentato ESA (Enthusiast System Architecture) come una tecnologia open per accedere alle informazioni dello stato delle varie componenti come temperatura, tensione e il sistema di raffreddamento a liquido.

Per gli appassionati di overclocking e di monitoraggio (ma anche per tutti gli altri :) ) questa è senz’altro una buona notizia.
Notizia origilane qui.