La risposta della GNOME Foundation sull’OOXML

Ricorderete la vicenda (ancora non conclusa) riguardo il formato Microsoft OOXML e la prima bocciatura di questo da parte dell’ISO (cfr. Arrivano le votazioni: OOXML non è ISO, per ora) .
La posizione di GNOME riguardo la vicenda ha sempre destato sospetti, soprattutto dopo le parole di de Icaza, che definiva l’OOXML a superb standard.
Il tutto nasce da una richiesta di Jody Goldberg alla fondazione di poter continuare a lavorare sul ECMA TC45-M; in parole spicciole è solo una pretesa per destare sospetti su GNOME, dato che nella fondazione di quest’ultima si stava sviluppando un software che supportava anche il formato Microsoft: di conseguenza, la Foundation era stata accusata di agevolare in questo modo l’approvazione del formato da parte dell’ISO.

A questo indirizzo è disponibile l’annuncio.

[via: Linux.com]

Bug Mozilla #381206, oggetto: “amare linux”

La prossima release di Firefox (codename “Gran Paradiso”), ossia la 3, avrà un tema specifico per le distribuzioni GNU/Linux e le icone Tango Hig. Questo è quanto leggo da un articolo di Andrea “Cimi” Cimitan.
Dire che “era l’ora” è scontato; si tratta di una feature che sembra essere d’obbligo dopo che, dalla versione alpha 7, Firefox 3 supporta le GTK: siamo ad un livello minimo di integrazione, ma è sicuramente da apprezzare.
Era diventata una prerogativa, tanto importante da avere una pagina tra i bug di Firefox.

Rilasciato AWN 0.2

E’ stato rilasciato Avant Window Navigator 0.2. Ecco alcune importanti novità.

Effetti Icone
E’ ora possibile scegliere dal manager di AWN gli effetti che verranno applicati alle icone nei vari stati di hover, apertura ecc…:


Potrete scegliere dal classico ingrandimento in stile Mac a un più simpatico effetto bounce delle icone.

Continua a leggere

GNOME 2.22, pronti, via!

A meno di un mese dal rilascio di GNOME 2.20 è già pronta la release schedule della versione 2.22 su GNOME Live.

Sono state rese pubbliche le date della maintenance release GNOME 2.20.1 (prevista per il 17 Ottobre), mentre il rilascio della release di sviluppo per GNOME 2.21.1 è prevista per la fine del mese corrente. La release finale per GNOME 2.22.0 è prevista invece per il 12 Marzo del prossimo anno (ma vah? :D ).
Il rilascio della versione 2.22.0 è importante anche per quanto riguarda il rilascio della prossima versione di Ubuntu, che sappiamo si basa sul ciclo di rilascio di GNOME previsto ogni sei mesi, così come per Ubuntu. La versione di GNOME 2.22.0 sarà quindi disponibile per Ubuntu 8.04 Hardy Heron (prevista per Aprile).

[via: Phoronix]

Colin Walters sul Desktop Online di Fedora 8

Sempre più utenti fanno uso di applicazioni online che stanno via via diventando valide alternative ai più avanzati software tradizionali. Stiamo parlando di applicazioni come i servizi di posta di Yahoo! Mail e GMail, ma anche della novità di quest’anno, Google Docs. Queste applicazioni hanno il pregio di essere avviati senza installazione e di poter essere utilizzati su qualsiasi postazione, a patto che sia disponibile una connessione ad internet. Sono strumenti che fanno della semplicità d’uso e dell’immediatezza la loro forza, ed è per questo che sono a volte preferiti (quando non si hanno particolari esigenze, ovviamente) alle normali applicazioni su hard disk; sono questi i motivi che hanno spinto gli sviluppatori di GNOME e Big Board a dare forma all’idea dell’Online Desktop.

Uno di questi sviluppatori è Colin Walters al quale sono state rivolte alcune domande su questo progetto dal team del Fedora Project. L’intervista è disponibile a questo indirizzo.

E voi, cosa ne pensate? E’ un’idea che potrebbe non proprio modificare, ma dare un senso diverso all’idea di Desktop? O va considerato solo come un progetto che rimarrà tale, senza futuro?

GShutdown e spegnimento automatico da terminale

In questa mini-guida ci occuperemo di come spegnere in modo automatico il computer, riavviarlo o terminare la sessione corrente.

>> GShutdown
Esiste un semplice programma che ci consente di organizzare lo shutdown in modo veloce. Per installarlo basta digitare nel terminale
sudo apt-get install gshutdown
Una volta installato, il programma può essere lanciato da Applicazioni –> Accessori –> GShutdown.

Come potete vedere abbiamo tutte le opzioni che ci occorrono: Turn off the computer (Spegni il computer), Restart computer (Riavvia il computer) e End current session (termina la sessione corrente).
Nella parte superiore del programma invece possiamo decidere a che ora di che giorno avverrà l’azione scelta (At date and time) oppure quanto tempo dovrà trascorrere prima di effetuare l’azione (Time from now).
Una volta impostato il programma secondo le nostre esigenze, clickiamo su Start.

>> Da linea di comando
Il comando che andremo ad utilizzare è shutdown.
Spegnimento immediato
shutdown now
Spegnimento ad una determinata ora
shutdown hh:mm
sostituendo hh alle ore e mm ai minuti.
Spegnimento dopo un determinato numero di minuti
shutdown +m
Sostituendo a m il numero di minuti.
Opzioni
Ci sono varie opzioni possibili, le più importanti sono -h e -P che servono per mettere in stato di halt il computer e per togliere la corrente.
Per spegnerlo alle 19:00 ad esempio, digitiamo
shutdown -hP 19:00

Sfondi casuali

Wallpaper Tray è un’applicazione che permette di caricare sfondi da una cartella definita dall’utente; una volta caricati, Wallpaper Tray può mostrare sfondi random ad ogni login o dopo un intervallo di tempo.

Il programma è presente nel repository di Ubuntu Feisty e per installarlo basta digitare nel terminale
sudo apt-get install wallpaper-tray
Per aprire il programma lanciamo dal terminale il comando wallpaper-tray. Verrà aggiunta una nuova tray-icon nel pannello; click con il tasto destro e andiamo su Configuration.

Nella finestrà che si aprirà, la scheda Directory List ci consente di aggiungere o rimuovere le cartelle dalle quali il programma caricherà i wallpaper, mentre nella scheda More Options possiamo decidere le varie opzioni, appunto, del programma.

Come potete vedere, ci sono tutte le opzioni di cui abbiamo bisogno: Rotate interval, ossia quanti minuti devono passare tra una rotazione e l’altra; la possibilità di scegliere se cambiare sfondo al login (New Wallpaper at Logon) e moltre altre opzioni.